Il Carpio

Pazienta un attimo, che arriva l'immagine...

Orrido di Cunardo

L'orrido di Cunardo è una grotta composta da due sentieri sotterranei di 180 e 120 metri con un unico ingresso a spaccatura orizzontale largo una ventina di metri.

 

Saremo felici di indicarvi la posizione delle grotte e accompagnarvi nella visita.

 

Sono possibili due percorsi di visita all'interno delle cavità:

 

Percorso semplice

 

Si entra dall'ingresso principale e si percorre in tutta sicurezza l'intera lunghezza della grotta nella sua porzione lontana dal torrente.

Il percorso è attrezzato e dotato di scaletta e catena corrimano lungo tutto il percorso.

La visita è possibile praticamente a chiunque goda di normale agilità. La cavità è molto ampia ed è sempre possibile  avanzare camminando senza doversi chinare o procedere a carponi. La catena inoltre fornisce un sicuro appiglio lungo tutto il percorso di visita.

Il percorso è possibile in ogni stagione, sono necessari scarponcini e torcia.

Percorso esperti

 

Molto suggestivo, questo percorso è raccomandato esclusivamente a persone dotate di ottima agilità e attitudine all'esplorazione di cavità sotterranee. Non è quasi mai possibile procedere camminando ed è necessario strisciare nelle cavità.

Camminando per gli stretti cunicoli (certi passaggi richiedono una corporatura non troppo robusta) si giunge fino alla Madonnina posata nel punto più interno della grotta.

Il percorso fiancheggia e incontra il torrente sotterraneo ed è quindi possibile solo se la diga a monte è chiusa. NB: le gallerie possono essere pericolosamente invase dall'acqua se la diga viene aperta.

La struttura della grotta

 

La grotta si divide in due parti distinte: la prima, a sinistra, detta galleria del torrente, è lunga 120 m circa. Da una bassa volta laterale esce il torrente, alimentato dal cosiddetto lago Ignoto che comunicava, per via subacquea col Lago Sferico di Ponte Nativo.

 

Seguendo il corso del torrente si arriva a un piccolo e suggestivo laghetto che comunica con l'esterno per mezzo di un breve sifone. Piegando sulla sinistra del lago ed inoltrandosi nella prima parte del labirinto, si giunge in breve alla seconda uscita della grotta che si affaccia nella parte superiore del profondo Orrido nel quale si getta il torrente Margorabia. La seconda parte della grotta è costituita dalla cosiddetta galleria  asciutta o fossile,lunga 180 metri.

Mappa interattiva

 

Passa il mouse o tocca i punti rossi per vedere una fotografia scattata in quel punto.

La visita, specialmente nei tratti di maggiore difficoltà, dovrebbe essere effettuata solo dopo una sincera valutazione della propria agilità e forza fisica. Non siamo i gestori di questo spazio ne offriamo alcun tipo di assicurazione contro infortuni, siamo semplicemente disponibili ad accompagnarvi alla scoperta di una suggestiva particolarità del nostro territorio.

Il Carpio
Orrido di Cunardo

La mappa

Il Carpio
Orrido di Cunardo
Orrido di Cunardo